Phone: +39 02 43995102 info@malagutilamarche.it Whatsapp 373-8546027 PRENOTA ORA!
IT

Eiaculazione Precoce

Eiaculazione Precoce

Quando la velocità non è sinonimo di soddisfazione.

Quando l’uomo fa fatica o non riesce a controllare l’eiaculazione, causando una insoddisfazione nel rapporto di coppia, si dice che soffre di eiaculazione precoce.
E’ la disfunzione sessuale più diffusa al mondo: ne soffre almeno 1 uomo su 3.
In Europa e negli Stati Uniti, colpisce il 49,6% degli uomini tra i 18 e i 70 anni,
Moltissimi sono giovani che solo dopo i 30 anni, scoprono questo problema a causa di una scarsa conoscenza del loro corpo e di come funziona la sessualità.
L’eiaculazione che avviene con eccessiva velocità è vissuta con grande stress dall’uomo: si sente inadeguato, prova vergogna e dolore perché non riesce a dare piacere alla partner. La perdita dell’autostima può portare a conseguenze che superano la dimensione della vita intima per diventare motivo di marginalità nell’ambito sociale e lavorativo.
La frustrazione che deriva dall’insoddisfazione sessuale ripetuta ha poi importanti ripercussioni sul desiderio femminile, sull’eccitazione fisica e mentale: la crisi di coppia può quindi manifestarsi attraverso insoddisfazione, irritabilità, rabbia fino all’evitamento dei rapporti sessuali.
Non esiste una “colpa” per l’eiaculazione precoce, ma esistono invece problemi reali che impongono una diagnosi approfondita.

Vi sono molti motivi che possono causare l’eiaculazione precoce:

• Cause psicologiche.

• Problematiche di coppia.
• Problemi fisici.
• Problemi neurologici.



In tutti casi le ricadute psicologiche ed emotive sono sempre presenti e creano disagi che riducono la qualità di vita e la percezione dell’integrità psico-fisica dell’uomo.
Nell’80% dei casi si tratta di forme primarie che riconoscono una base genetica, nel 20% dei casi è una forma secondaria che colpisce uomini, intorno ai 50 anni, che non hanno avuto problemi di eiaculazione finché non hanno sofferto di prostatite, disfunzione erettile, malattie tiroidee o altre patologie sistemiche.

L’eiaculazione precoce è quindi classificata come:

• Primaria, se avviene all’inizio dell’attività sessuale. 

• Secondaria, nell’adulto che ha già maturato un’attività sessuale fisiologica.
• Generalizzata se è sempre presente nell’attività sessuale.

• Situazionale se si manifesta per situazioni o partner particolari.

• Legata deficit erettile.

 

Per fare diagnosi di eiaculazione precoce è necessario escludere:
• Problemi alla tiroide.

• Infiammazioni genitali.
• Prostatite.
• Dolore pelvico cronico.

• Ipersensibilità dell’apparato genitale maschile per cause neurologiche.

• Neuropatie del pudendo, quando è associata a deficit erettile.

• Problematiche psicologiche (ansia, stress, depressione).

• Problematiche di coppia.
 



La diagnosi è il punto di partenza della cura dell’eiaculazione precoce: troppo spesso il paziente che soffre di eiaculazione precoce viene “etichettato” come ansioso e trattato con farmaci attivi sul sistema nervoso come i serotoninergici.
E’ fondamentale identificare le cause per trattare alla radice il problema attraverso una terapia individualizzata e integrata soprattutto quando coesistono problemi di deficit erettile, dolore pelvico e prostatite.
Il Metodo Malaguti Lamarche consente la presa in carico personalizzata, avvalendosi di specialisti della salute dell’uomo in grado di individuare attraverso indagini e test specifici se vi sono cause fisiche, neurologiche o psicologiche. Correggere tutti i fattori in gioco della disfunzione sessuale eiaculazione precoce, è il passo necessario per ritrovare l’autostima, la soddisfazione sessuale, un rapporto di coppia gioioso e la piena qualità della vita.

#eiaculazione precoce #disfunzioni sessuali #deficit erettile #salute dell’uomo #prostatite #dolore pelvico cronico #neuropatia del pudendo

Contatti

Per prenotare un appuntamento presso il nostro studio o un teleconsulto via Skype con la Dott.ssa Malaguti, compila il form sottostante.

  Invia